La nostra cooperativa è parte del percorso che sta portando alla nascita del Distretto di Economia Civile a Empoli, un laboratorio dentro il quale lavorare in maniera condivisa mettendo al primo posto la difesa dell’ambiente, la parità culturale e sociale.

Lo sviluppo del Distretto di Economia Civile, iniziativa promossa dal Consorzio Co&so Empoli, sostenuta dall’amministrazione comunale che ha contribuito in maniera determinante alla sua nascita nei mesi scorsi, è supportato e rilanciato in maniera decisiva anche da numerosi enti pubblici e privati del territorio e non solo. Ventisei sono le realtà dell’Empolese, tra cui Minerva, che hanno sottoscritto il manifesto di intenti per realizzare sul territorio un nuovo modello di sviluppo basato su benessere e coesione sociale.

L’obiettivo è strategico per la città di Empoli: creare le condizioni istituzionali perché la nostra area si muova in maniera consapevole verso il tema della sostenibilità ambientale, dell’inclusione e della coesione sociale, verso anche la costruzione di relazioni personali positive.

Ora, il Comune, oltre ai soggetti “primi firmatari e proponenti” di un Manifesto intende coinvolgere la città in maniera più completa e totale. Il manifesto sottoscritto si fonda su tre pilastri e propositi: realizzare azioni capaci di rispondere alle fragilità sociali e che tengano conto della sostenibilità ambientale, costruire infrastrutture relazionali fondate sulla reciprocità e sull’innovazione sociale, ambientale ed economica.

Gli aderenti si sono suddivisi in 5 gruppi di lavoro operativi  e di studio su questi temi: fondazione di comunità, digital divide, economia circolare, sostegno alimentare, piattaforma di comunità. Le azioni saranno infatti accompagnate da un monitoraggio permanente delle fragilità e delle potenzialità già presenti nel territorio.

Per aderire al percorso o ai gruppi, per maggiori informazioni o per sottoscrivere il manifesto è possibile scrivere a comunicazione@coesoempoli.it.

Per tutte le info sul percorso, sui gruppi di lavoro e per l’elenco degli aderenti clicca qui

Categorie: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *